Clicca e iscriviti alla newsletter
Ogni settimana nuovi consigli, tutorial e curiosità

 

Avere a disposizione una piscina nel proprio giardino è una cosa meravigliosa, però che fatica la manutenzione della piscina. Eppure una corretta manutenzione è assolutamente necessaria se si vuole mantenere la piscina in buono stato a lungo e se si vuole fare il bagno in essa in assoluta sicurezza e massime condizioni igieniche.

Anche perché una piscina tenuta in buone condizioni può essere usata anche per arrotondare le proprie entrate mensili. Con Affitto Giardino infatti puoi mettere a disposizione il tuo giardino con piscina per feste ed eventi. Gli spazi verdi con piscina vanno letteralmente a ruba sul nostro sito.

La piscina possiede un suo sistema di filtraggio, che garantisce un certo livello di pulizia, ma questo non è sufficiente se non si mettono a punto una serie di piccoli accorgimenti quotidiani e settimanali che permettono di mantenerla sempre in ottimo stato, evitando di dover eseguire periodicamente interventi più lunghi e costosi.

 

Manutenzione della piscina quotidiana

Per mantenere pulita la piscina, evitando che si trasformi in uno stagno, bisognerebbe raccogliere ogni giorno con un retino tutte le foglie e gli insetti che cadono nell’acqua. Questo materiale organico quando si accumula sulla superficie dell’acqua porta alla formazione di muffe e funghi, che richiedono poi un trattamento più incisivo per essere rimosse.

E’ importante anche assicurarsi che il livello dell’acqua raggiunga i 3/4 dell’altezza degli skimmer, infatti se è troppo basso si rischia di danneggiare le pompe, mentre se è troppo alto si rischia che gli skimmer non lavorino adeguatamente. 

Ogni giorno andrebbe inoltre effettuata la filtrazione dell’acqua. Il numero di ore necessarie per filtrare l’acqua della nostra piscina è di solito pari alla metà della temperatura della piscina.

Per limitare le attività di manutenzione quotidiana sarebbe meglio anche mantenere la piscina coperta quando non in uso.

 

Manutenzione della piscina settimanale

La manutenzione settimanale della piscina prevede la pulizia delle linee di galleggiamento e delle pareti, eseguita manualmente, e la pulizia dell’intera piscina con un aspiratore.

Inoltre settimanalmente sarà necessario svuotare il cestello dello skimmer e della pompa e pulire il filtro. Un piccolo trucco che ti farà risparmiare tempo e fatica è quello di avvolgere il filtro con un vecchio collant: fungerà esso stesso da filtro, permettendoti di raccogliere ancora più impurità.

Importante è anche tenere sotto controllo il pH dell’acqua, che deve essere mantenuto tra 7.0 e 7.6. Solo a questo livello di pH si ha la garanzia dell’efficacia del disinfettante. Se il pH dovesse iniziare a diventare acido, è possibile modificarlo gettando nell’acqua del semplice bicarbonato di sodio, che lo fa diventare basico.

Manutenzione della piscina stagionale

Al termine dell’estate, quando la piscina non verrà più utilizzata, si aprono due possibilità:

  • svernamento completo
  • svernamento attivo

Nel primo caso si spegne completamente il sistema di filtrazione e si svuota parzialmente la vasca. Nel secondo caso la filtrazione viene mantenuta attiva, sebbene ad una velocità inferiore. Entrambe queste opzioni però richiedono una pulizia profonda della piscina prima che venga messa fuori uso fino alla stagione successiva.

Accorgimenti extra

1. Un modo semplice per eliminare gli oli presenti in piscina (quelli che gli skimmer lasciano nell’acqua e quelli abbronzanti che le persone che si bagnano in piscina si sono spalmate addosso) è quello di posizionare nell’acqua un paio di palline da tennis. Lo speciale materiale in cui sono fatte, assorbe gli oli.

 

 

2. Tenere lontani gli insetti fastidiosi da una piscina può essere estremamente difficile. Esiste però un rimedio fai da te piuttosto efficace: fogli per asciugatrice. Basta posizionarne tutto intorno alla piscina per non essere disturbati più da api e zanzare. 

3. Per riscaldare l’acqua della piscina un rimedio efficace, economico ed ecologico è quello di utilizzare gli anelli solari. Essi sfruttano la luce del sole per mantenere calda l’acqua della piscina ed evitano l’installazione di costose coperture isotermiche e pompe di calore.

 

Hai un parco con piscina e magari non lo sfrutti sempre?
Guadagna quando non lo usi noleggiandolo! Scopri di più sul sito cliccando qui!

 

Commenta con Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.